Intorno all’interpretazione autentica di un Breve di Clemente XI circa la Rota di Urbino (e di Perugia)

Anna Maria Giomaro

Abstract


Through the analysis of the unpublished papers that record the most significant documents of the “Collegio Rotale” of Urbino and the Minutes of the old “Collegio dei Dottori”, it provides the history and “luck” of the papal disposition (1706) by which Gianfrancesco Albani (Clement XI) had decided that one of the four judges of the Perugia Rota was necessarily a Doctor of Urbino. It also underlines how, despite various attempts to “liberation”, a Doctor of Urbino has remained in the pay of Perugia until the validity of the Papal States.

Attraverso le carte inedite che registrano gli atti e i documenti più rilevanti del Collegio Rotale di Urbino e i verbali delle riunioni dei Dottori, si documenta in queste pagine la storia e la “fortuna” della disposizione papale del 1706 con cui l’urbinate Gianfrancesco Albani (Clemente XI) aveva stabilito che uno dei quattro giudici della Rota di Perugia fosse necessariamente un Dottore di Urbino; e come, malgrado vari tentativi di “affrancazione”, un Dottore urbinate sia rimasto al soldo di Perugia fino alla vigenza dello Stato Pontificio.


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.14276/1825-1676.477

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.



-- Progetto a cura di Sebastiano Miccoli --
-- Supporto tecnico a cura del Servizio Sistema Informatico di Ateneo --