Arbitrato e risoluzione delle controversie negli appalti di opere pubbliche.

Massimo Poggi

Abstract


Il lavoro si propone di evidenziare le particolari caratteristiche che ha assunto il fenomeno arbitrale nel corso delle continue modificazioni legislative avvenute in ambito di appalto di opere pubbliche e della rispettiva risoluzione delle controversie, mettendo in risalto soprattutto i problemi legati alla legittimità costituzionale dell’istituto. In particolare, il tema viene affrontato prendendo in esame le molteplici disposizioni normative in materia arbitrale nell’ambito dei lavori pubblici, ponendo come punto di partenza la legge 11 febbraio 1994 n. 109 “legge Quadro in materia di lavori pubblici” e le recenti modifiche introdotte dalla legge n. 216/1995 “legge Merloni bis”. Si affronta poi con particolare attenzione la disposizione dell’art. 150 del D.P.R. 21 dicembre 1999 n. 554 che ha attuato la legge Quadro in materia di lavori pubblici 11 febbraio 1994 n. 109 e successive modifiche. Il lavoro si conclude con specifico riferimento al D.M. 2 dicembre 2000 n. 398 che rileva e disciplina l’istituto dell’arbitrato in opera pubbliche sollevando problemi di natura applicativa e di legittimità costituzionale.


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.14276/1825-1676.335

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.



-- Progetto a cura di Sebastiano Miccoli --
-- Supporto tecnico a cura del Servizio Sistema Informatico di Ateneo --