El secuestro del poder electoral y la confiscación del derecho a la participación mediante el referendo revocatorio presidencial: Venezuela: 2000-2004.

Allan R. Brewer-Carìas

Abstract


Il sequestro del potere elettorale e la negazione del diritto alla partecipazione politica, mediante il referendum di revoca presidenziale in Venezuela, è il tema dell’articolo del prof. Brewer Carías, nel quale l’autore analizza due nuove istituzioni politico-giuridiche create con la Costituzione venezuelana promulgata in dicembre 1999: il Potere Elettorale, come quarto ramo del potere politico e il Referendum Popolare per la revoca dei funzionari eletti direttamente dal popolo. Dal primo, che ha le funzioni che riguardano l’organizzazione e il funzionamento del sistema elettorale, comprese le candidature alle cariche politiche del cosiddetto potere cittadino, dipende anche l’organizzazione e lo svolgimento del referendum revocatorio. Per la prima volta dalla loro istituzione, i due istituti dovevano funzionare nel tentativo di revoca dell’elezione del Presidente della Repubblica. L’esito finale è stato la conferma del Presidente, perché la maggioranza del popolo venezuelano ha detto no alla revoca presidenziale. L’autore “anticipa” il risultato, criticando la mancanza di autonomia del potere elettorale e, per tanto, l’impossibilità di un’effettiva applicazione del potere popolare di revoca presidenziale.


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.14276/1825-1676.333

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.



-- Progetto a cura di Sebastiano Miccoli --
-- Supporto tecnico a cura del Servizio Sistema Informatico di Ateneo --