Tipicità della determinazione amministrativa e fonti

Nino Paolantonio

Abstract


“Crisi della legge” e “fuga del regolamento” sono sintagmi che ormai da decenni ricorrono nella letteratura dei cultori di diritto costituzionale. Da qualche tempo se ne occupa anche la dottrina specialistica del diritto amministrativo, soprattutto in ragione della attribuzione alla Autorità Nazionale di Anticorruzione di poteri sostanzialmente normativi, la cui attribuzione è da alcuni considerata di dubbia liceità. In particolare, il problema delle linee guida vincolanti che ANAC ha il potere di adottare pone il dubbio se nella specie si tratti di regolamenti o atti amministrativi generali, categoria, quest'ultima, di incerta qualificazione. A questo problema è strettamente collegato il dibattito se ANAC sia o meno un'Autorità indipendente nel significato tecnico-giuridico dell'espressione. Lo scritto propende per escludere che le linee guida abbiano natura regolamentare e che ANAC sia un'autorità indipendente, ponendosi con atteggiamento critico nei confronti delle scelte legislative che hanno sovraccaricato ANAC di competenze regolatorie e di amministrazione attiva, fonte di confusione e di criticità nel circuito dialettico con il potere legislativo ed esecutivo.

Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.14276/2610-9050.1502

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.



P.A. Persona e Amministrazione Ricerche Giuridiche sull’Amministrazione e l’Economia è una pubblicazione dell'Università di Urbino. Lo sviluppo e la manutenzione di questa installazione di OJS sono forniti da UniURB Open Journals, gestito dal Servizio Sistema Bibliotecario di Ateneo. ISSN 2610-9050. La Rivista è registrata presso il Tribunale di Urbino.

 Licenza Creative CommonsSe non diversamente indicato, i contenuti di questa rivista sono pubblicati sotto licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.