Determinazione, decisione, procedura

Massimiliano Bellavista

Abstract


Ci sono parole che, meglio di altre, aiutano a far comprendere il significato di concetti giuridici. Con riguardo alle procedure amministrative, esse sono: determinazione e decisione. L’indagine sul loro significato è utile all’individuazione della struttura del procedimento. Il procedimento non è semplicemente il risultato di una costruzione giuridica oppure la disciplina, normativamente posta, del percorso che unisce il potere al provvedimento amministrativo. Esso è, invece, lo spazio giuridico ove interessi eterogenei si incontrano e si scontrano in vista di un risultato finale. Ma gli interessi non sono alcunché di astratto; essi rimandano a beni della vita (di natura pubblica o privata) i quali, a loro volta, rimandano a persone. Si è soliti studiare il procedimento nei suoi aspetti essenziali, ad esempio il contraddittorio e la decisione, ma spesso rimane in ombra (o si da per presupposto) il nesso che unisce il primo alla seconda ed il ruolo che ambedue reciprocamente (ossia l’uno verso l’altra e viceversa) ricoprono. Il contraddittorio è lo strumento giuridico che serve, certamente, alla tutela delle ragioni di chi porte nella procedura propri interessi. È esso, però, non è solo uno mezzo di difesa, ma è, anche mezzo di conoscenza; infatti nel rapporto di tesi ed antitesi l’amministrazione acquisisce il maggior numero di informazioni possibili utili e necessarie per la decisione. La decisione, a sua volta, non è il momento in cui la dinamica del procedimento si arresta; anch’essa ha la sua dinamica, rispetto per così dire alla trattazione, che è tesa alla formazione del regolamento di interessi che dispone la cura dell’interesse pubblico concreto e degli interessi particolari selezionati ed organizzati. Quindi, la decisione guarda al contraddittorio, ovvero alla trattazione, e si legittima in ragione della prima. Tale rapporto lo si esemplifica con l’uso della parola «determinazione»; la quale è l’insieme di più possibilità, «compossibilità», alle quali consegue la «realtà» della decisione. La determinazione è quindi quel percorso che porta «dalla possibilità all’effettività». In questo senso determinazione e decisione non sono monadi chiuse e distinte, ma si pongono come due cerchi concentrici, dei quali il primo ha il diametro maggiore. La determinazione, quindi, costituisce il contenuto delle procedure amministrative e ciò vale, pure, in caso di assenza di partecipazione delle parti interessate; atteso che la necessità della decisione sottostà alle stesse regole conoscitive.

Abstract

There are words that, better than others, help to understand the meaning of legal concepts. Regarding administrative procedures, they are: determination and decision. The investigation of their meaning is useful in identifying the structure of the procedure. The procedure is not merely the result of a legal construction or the discipline of the path that unites the power with the administrative act. It is, instead, the legal space where heterogeneous interests come together and clash in view of a final outcome. But interests are nothing abstract; they refer to the goods of life (of a public or private nature) which, in turn, refer to people. The proceeding has usually been studied in its essential aspects, such as contradictory and decision-making, but it often remains in shadow (or presupposed) the link between the first to the second and the mutual role cover. The contradictory is the legal instrument which, of course, serves to protect the interests of those who are in the procedure of their own interests. It is, however, not merely a means of defense, but it is also a means of knowledge; In fact, in the dissertation and antithesis relationship, the administration acquires as much information as possible and necessary for the decision. The decision, in turn, is not the time when the dynamics of the procedure are stopped; It also has its own dynamic which is aimed at the formation of the rules of interest that cares for the concrete public interest and the special interests selected and organized. Hence, the decision looks at the contradiction and it is legitimized because of the former. This relationship is exemplified by the use of the word «determination»; Which is the set of multiple possibilities, «compossibility», which leads to the «reality» of the decision. Determination is then the path leading «from the possibility to the effectivity». In this sense determination and decision are not monads closed and distinct, but they are placed as two concentric circles, the first of which has the largest diameter. Determination, therefore, constitutes the content of the administrative procedures, and this also applies in the absence of stakeholder participation; given that the necessity of the decision is subject to the same cognitive rules.

Parole chiave: Procedura amministrativa, determinazione, decisione, compossibilità, contraddittorio.

Keywords: Administrative Procedure, Determination, Decision, Compossibility, Contradictory, Law.


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.14276/2610-9050.1266

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.



P.A. Persona e Amministrazione Ricerche Giuridiche sull’Amministrazione e l’Economia è una pubblicazione dell'Università di Urbino. Lo sviluppo e la manutenzione di questa installazione di OJS sono forniti da UniURB Open Journals, gestito dal Servizio Sistema Bibliotecario di Ateneo. ISSN 2610-9050. La Rivista è registrata presso il Tribunale di Urbino.

 Licenza Creative CommonsSe non diversamente indicato, i contenuti di questa rivista sono pubblicati sotto licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.