Accumulazione del capitale e crisi: “vecchi” concetti in un nuovo schema teorico

Andrea Pannone

Abstract


In this paper I provide a new framework for representing the genesis and evolution dynamics of a pure capitalist economy. This framework allows me to show how such an economy would in fact be able to autonomously generate the demand for goods produced under the accumulation regime, a problem raised for the first time by Rosa Luxemburg in 1913, with reference to the enlarged reproduction schemes proposed by Marx in the second volume of Capital. However, in my framework such a possibility must be considered as purely coincidental and it absolutely does not protect a pure capitalist system from recurrent imbalances and crises caused by an insufficient flow of new entrepreneurs into production, that is the only concrete possibility to generate additional demand and positive monetary profits. Imbalances and crises could be removed exclusively by means of a creation of new money by the banking system. However, it is likely that the additional money will rapidly fuel the use of money borrowed by banks on the securities and equity markets – which are considered more rapidly profitable than real economic activities in periods of high uncertainty – feeding continuously speculative bubbles, the increase in distributional inequalities, and the risk of further systemic crises. These phenomena, in particular, are perfectly consistent with the history of capitalism of the last thirty years. My approach, although inspired by Marx, is based on hypotheses which are in part very different from the Marxian ones, in order to circumscribe (as far as possible) our field of investigation to the main aspects of the second volume of Capital.

 

Marx’s Capital; Accumulation; Crisis; Luxemburg; New Framework


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.14276/2531-9582.2352

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.
';



Materialismo Storico. Rivista semestrale di filosofia, storia e scienze umane è una pubblicazione dell'Università di Urbino con il patrocinio della Internationale Gesellschaft Hegel-Marx.
Direttore scientifico: Stefano G. Azzarà
Direttore responsabile: Anna Tonelli

Registrazione presso il Tribunale di Urbino n. 2/2016. E-ISSN 2531-9582.

Sede dell'editore: Università di Urbino, via Saffi 2, 61029 Urbino (PU).

Sede della redazione: Dipartimento di studi umanistici, via Bramante 17, 61029 Urbino (PU).
info@materialismostorico.it

La pubblicazione degli articoli è sottoposta a procedimento di revisione tra pari e risponde ai criteri dell’art. 4, lett. a) e b), dell’allegato D del DM 7 giugno 2016.

Le proposte di pubblicazione devono essere inviate a info@materialismostorico.it oppure a stefano.azzara@uniurb.it.

Lo sviluppo e la manutenzione di questa installazione di OJS sono forniti da UniURB Open Journals, gestito dal Servizio Sistema Bibliotecario di Ateneo.

Se non diversamente indicato, i contenuti di questa rivista sono pubblicati sotto licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale. I materiali sono perciò liberamente riproducibili ma indicando obbligatoriamente le fonti e utilizzando di preferenza questa formula:

Pubblicato su “Materialismo Storico. Rivista di filosofia, storia e scienze umane", n° x/xxxx, TITOLO, a cura di xxx xxxx, pp. xx-xx, licenza Creative Commons BY-NC-ND 4.0 (ai numeri di pagina di ciascun articolo ripubblicato sul web va associato il link che rinvia al pdf presente sulla piattaforma dell'Università di Urbino, rinvenibile attraverso il sommario).

Chi desiderasse una copia cartacea può invece contattare direttamente Edizioni Simple, via Trento 14, 62100 Macerata, tel. 0733 265384, info@stampalibri.it.
- n° 1-2/2016: http://www.edizionisimple.it/libro/materialismo-storico-rivista-di-filosofia-storia-e-scienze-umane-20161-2-dicembre/.
- n° 1/2017: https://www.edizionisimple.it/libro/materialismo-storico-rivista-di-filosofia-storia-e-scienze-umane-20171-giugno-legemonia-dopo-gramsci-una-riconsiderazione/
- n° 2/2017: