Sicurezza e agilità: quale tutela per lo smart worker?

Marco Peruzzi

Abstract


Il saggio ha l’obiettivo di verificare la disciplina di tutela della salute e sicurezza del lavoratore agile. In questa prospettiva, l’analisi evidenzia le questioni interpretative poste dalle disposizioni del d.d.l. S.2233-B, approvato definitivamente il 10 maggio 2017, e la loro mancanza di raccordo con il sistema normativo pre-esistente, rilevabile su almeno tre versanti: il rapporto con l’istituto del telelavoro, l’applicabilità della normativa sui videoterminali, il coordinamento con le disposizioni in tema di orario di lavoro.

The essay aims at reconstructing the rules applying to smart working as far as the topic of health and safety at work is concerned. In this perspective, the analysis focuses on the provisions of Bill S.2233-B, passed on 10 May 2017, highlighting the interpretive issues they raise, and their lack of coordination with the pre-existing regulatory sources governing teleworking, the use of display screen equipment, and working time.


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.14276/2531-4289.960

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.



Diritto della sicurezza sul lavoro. Rivista dell'Osservatorio Olympus è una pubblicazione semestrale dell'Università degli Studi di Urbino - Dipartimento di Giurisprudenza. Lo sviluppo e la manutenzione di questa installazione di OJS sono forniti da UniURB Open Journals, gestito dal Servizio Sistema Bibliotecario di Ateneo. E-ISSN 2531-4289. Registrazione presso il Tribunale di Urbino n. 1/2016.

Licenza Creative CommonsSe non diversamente indicato, i contenuti di questa rivista sono pubblicati sotto licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.