Sicurezza organizzata e soggetti esterni all’azienda

Danilo Volpe

Abstract


Il presente scritto riproduce l’intervento reso nell’ambito del convegno “La cultura della sicurezza fra organizzazione e formazione”. L’autore, partendo dalla disamina della ratio che ha indotto il legislatore ad estendere gli obblighi di sicurezza ai soggetti esterni all’azienda, esamina la ripartizione di responsabilità tra questi ed il datore di lavoro e si concentra infine sull’applicabilità nei loro confronti delle disposizioni di cui al d.lgs. n. 231/2001.
The present work reproduces the address during the conference “The culture of work health and safety between organization and training”. The author, starting from the analysis of the reason which induced the legislature to extend the security obligations to persons outside the company, examines the allocation of responsibilities between these and the employer and finally focuses on the applicability to them of the provisions of d.lgs. n. 231/2001.


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.14276/2531-4289.642

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.



Diritto della sicurezza sul lavoro. Rivista dell'Osservatorio Olympus è una pubblicazione semestrale dell'Università degli Studi di Urbino - Dipartimento di Giurisprudenza. Lo sviluppo e la manutenzione di questa installazione di OJS sono forniti da UniURB Open Journals, gestito dal Servizio Sistema Bibliotecario di Ateneo. E-ISSN 2531-4289. Registrazione presso il Tribunale di Urbino n. 1/2016.

Licenza Creative CommonsSe non diversamente indicato, i contenuti di questa rivista sono pubblicati sotto licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.